Schede Film: 3308 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 33

Basic instinct 2

Foto Basic instinct 2 Film, Serial, Recensione, Cinema

Fotogallery



Stavolta è uno psichiatra, il dottor Michael Glass (David Morrissey), a indagare sul suo conto per Scotland Yard, mentre gli omicidi continuano.

Titolo originale
RegiaMichael Caton-Jones
CastSharon Stone, David Morrissey, Charlotte Rampling, David Thewlis, Hugh Dancy, Anne Caillon, Iain Robertson
GenereErotico
Anno2006
Durata113, 31 Marzo 2006
ProdU.S.A.
Produzione
Distribuzione
Sitowebwww.basicinstinct2film.it

Recensioni (2)

Superficie 213 Film Cinema
Superficie 213
3

Mediocre sequel del gia' poco interessante - a parte la Stone... - Basic Istinct del 1992 che cerca di dare ulteriore spessore alle perversioni sessuali della Tramell senza pero' riuscire ne' a fare scandalo - il film e' ridicolmente pudico e senza nessuna vera vena erotica - ne' tantomeno ad essere morboso ed inquietante. Il regista e' il mediocre Michael Caton Jones che ha beccato un paio di discreti film nella sua carriera e che ha sempre svolto il proprio compitino senza mai lasciare la sua firma. Anche qui svolge il suo lavoro con professionalita' - non gli si puo' negare un certo gusto dell'inquadratura- ma anche senza nessun tocco di regia e qualche invenzione di messa in scena. La sceneggiatura e' confusa,i colpi di scena finali sono forzati e la recitazione nell'insieme e ' di livello medio basso,anche se la Stone e' da mangiare con gli occhi - nonostante sia vestita sempre in modo barocco e tutt'altro che sexy...ma ha uno sguardo fologorante.. - per quanto e' bella. Musiche senza spinta,fotografia discreta ma troppo in stile Playmen ed un ritmo eccessivamente loffio finiscono di affondare una pellicola che se puntava piu' al noir che al giallo avrebbe anche avuto un perche ad esistere. Cosi' rimane solo la sensazione di aver visto un qualcosa di futile,moscio e senza un'anima. Troppo poco davvero per farne un caso. Federico Frusciante

compagno_grimm Film Cinema
compagno_grimm
4

Torna finalmente dopo tredici lunghi anni, la provocante e sensuale scrittrice americana Catherine Tramell, una donna bella e incantevole quanto furba e pericolosa che ha il volto di una Sharon Stone non più giovanissima ma ancora attraente, che dopo aver sedotto l'agente Nick Curran (Michael Douglas) sotto la meticolosa prova registica dell'esperto Paul Verhoeven, vola a Londra dove si ritrova nuovamente coinvolta in un caso di omicidio; la sua preda stavolta è un tenebroso psichiatra di nome Michael Glass (David Morrisey). Raccontato in questo modo, "Basic instinct 2" sembrerebbe uno di quei pochi thriller che riescono veramente a coinvolgerti nella storia e a farti sentire un membro di essa; purtroppo questo non è il caso della pellicola in questione, che è sì il sequel del famosissimo film che vide Douglas e la Stone abbracciati e aggrovigliati in una torbida storia d'amore, di sesso e di misteriosi omicidi che sorprese gran parte del pubblico americano e non, ma anche qualcos'altro, ovvero, una mielosa e pedante messa in scena che assomiglia più a una ridicola detective-story che a un giallo perlomeno decente. David Morrisey non è Michael Douglas, e questo credo sia fin troppo chiaro, e la mancanza di Verhoeven dietro la macchina da presa si sente (eccome...). Al comando stavolta c'è Michael Caton Jones, famoso per aver diretto "The jackal" spy-story con Bruce Willis e Richard Gere, che pur riuscendo a giocarsi qualche buona carta, non alza il livello della tensione, che per tutta la durata si mantiene veramente basso. Rispetto al prequel, qui ci sono pochissime scene di sesso, e quelle che Jones ci mostra, a mio avviso, non sono neanche da bollino rosso; peccato perchè l'incipit iniziale prometteva tutt'altro. Se volete qualche aggettivo con cui si possa descrivere questo film, posso dirvi: superficiale, discontinuo, scialbo, piatto, farraginoso, pallido, indegno... e potrei andare avanti per ore! Quel che mi dispiace di più, è che non si salvi neanche la meravigliosa Charlotte Rampling, lasciata completamente in ombra e costretta a recitare in coppia con l'antipaticissimo Morrisey (avrebbe dovuto pagare per stare vicino a lei! Che vergogna!). Mi rivolgo ai produttori: se proprio fra altri tredic'anni dovrete fare un altro "Basic instinct" (quando ormai Sharon Stone avrà le tette che arriveranno fino alle ginocchia), vi prego di ricontattare Verhoeven, che almeno lui ci sa fare con la macchina da presa, e lo ha dimostrato in più di una occasione. Francesco Manca

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"DA EVITARE!"

Gradimento

Media

3.5

Votanti

2

Per votare devi accedere nel KavusClub!

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale