Schede Film: 3308 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 33

Bianco, rosso e Verdone

Foto Bianco, rosso e Verdone Film, Serial, Recensione, Cinema

Fotogallery



Periodo d'elezioni. Tre uomini, Mimmo, Furio e Pasquale, intraprendono ognuno un viaggio per recarsi a votare nella città dove hanno la residenza. Mimmo, un imbranato ragazzone, accompagna la nonna che per via della sua età é sempre fonte di preoccupazioni per il nipote. Furio un pignolo e logorroico capofamiglia di Torino, organizza i minimi dettagli del viaggio ma poi vedrà la moglie, esasperata, andarsene con un altro. Infine Pasquale, emigrato di Matera in Germania, con una moglie tedesca che non sa cucinare, non vede l'ora di rientrare nel suo paese se non altro per mangiare decentemente, non dirà una parola per tutto il viaggio, facendosi capire a gesti, tranne che alla fine, dove esasperato dalle "furberie" degli italiani si lascerà andare in un "liberatorio" sfogo finale...

Titolo originale
RegiaCarlo Verdone
CastCarlo Verdone, Angelo Infanti, Mario Brega, Elena Fabrizi, Andrea Aureli
GenereCommedia
Anno1981
Durata 110'
ProdItalia
ProduzioneMedusa Produzione
DistribuzioneMedusa
Sitoweb

Trailer

Recensioni (1)

Barbara Film Cinema
Barbara
9

Sono passati ben trentaquattro anni  (1981) dall’uscita del film “Bianco Rosso e Verdone” del nostro italianissimo Carlo Verdone. Trentaquattro anni e non sentirli, visto che la rappresentazione genuina dell’Italia o meglio della borghesia italiana è rimasta invariata negli anni. Verdone, con la sua assoluta maestria e bravura (non solo da interprete ma anche da regista) con il pretesto di “raccontare” di noi italiani ci regala sagacemente anche il suo pensiero sulla politica italiana. Non possiamo non identificarci con i personaggi presentati, in ognuno di noi vive un rompiballe e nevrotico Furio, un bonaccione Mimmo e lo sfortunato Pasquale, tre personaggi “umanamente” non perfetti, ma assolutamente sinceri e genuini. Quello che gli accumuna, sembra ricordarci Verdone è l’eugual destino, un destino fin troppo “italiano”. Per noi donne italiane, intramontabile è la figura di Magda. Ammettiamolo, anche noi fin troppe volte, stanche di mariti, compagni ,fidanzati, figli, suocere, ecc ci siamo ritrovate sedute sul gabinetto a gridare “Non ce la faccio più”. Non mancano di certo nel film, le risate a crepapelle, le geniali gag con battute che per gli estimatori sono dei veri cult, come i momenti di riflessione e di tristezza malinconica. "Bianco, Rosso e Verdone" è l’inno italiano più riuscito (senza dimenticare i grandi Maestri del passato). Ed è proprio vero che noi italiani rimaniamo  sempre fedeli a noi stessi (vizi e virtù compresi).

Barbara Pappalardo

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"CAPOLAVORO"

Gradimento

Media

9.25

Votanti

2

Per votare devi accedere nel KavusClub!

Chi ha votato

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale