Schede Film: 3308 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 34

Black book

Foto Black book Film, Serial, Recensione, Cinema

Fotogallery



Settembre 1944 - La bellissima ed esuberante soubrette del varietà Rachel Steinn, ebrea, fugge dalla Germania nazista per rifugiarsi in Olanda. Grazie all’aiuto di esponenti della resistenza capeggiati da Kuipers, di cui diverrà alleata, Rachel riesce tra mille peripezie a sfuggire a un eccidio che coinvolge la sua stessa famiglia, massacrata sotto i suoi occhi dai soldati nazisti del comandante Franken. Per vendicarsi di chi, tradendo, ha favorito la carneficina, Rachel assume una nuova identità che le consente di infiltrarsi tra gli alti ufficiali tedeschi nei panni di una seducentissima e impudente spia capace di superare tutti i check point...(trama ufficiale)

Titolo originale
RegiaPaul Verhoeven
CastCarice van Houten, Thom Hoffman, Halina Reijn, Sebastian Koch, Christian Berkel, Waldemar Kobus, Michiel Huisman, Derek de Lint
GenereDrammatico
Anno2006
Durata135' min
ProdOlanda, Germania, Gran Bretagna
Produzione Fu Works, Hector BV, Motel Films, Motion Investment Group, VIP 4 Medienfonds
DistribuzioneDNC
Sitoweb www.zwartboekdefilm.nl

Recensioni (1)

ceo_85 Film Cinema
ceo_85
8

Diciamo la verità, Paul Verhoeven non è un bravo regista e i suoi lavori sono fatti con il solo scopo di piacere, ma nel modo peggiore. Se guardiamo i suoi film notiamo che la qualità media è bassa, ciononostante ci sono un paio di titoli che hanno fatto storia, soprattutto uno in particolare, Basic Instinct, un film controverso, pruriginoso, sensuale, rigido e poco credibile, ma benchè fosse un film tuttaltro che buono, riusciva a stuzzicare più di un tipo di palato del pubblico, che lo ha largamente apprezzato. La realtà è che Black Book non è molto differente per natura e scopo, però bisogna ammettere che questa volta il lavoro fatto è davvero di notevole fattura. Contesto storico ben ricostruito, la storia racconta di una giovane cantante ebrea sfuggita alla morte, che decide di collaborare con la resistenza al nazismo lavorando come spia. Nulla di nuovo, eppure il film è piuttosto coinvolgente e ben più credibile di film come Vite Sospese, con il quale ha più di qualche banale somiglianza. Verhoeven punta molto sulla splendida protagonista Carice van Houten, che dà una grande prova interpretando un personaggio fragile e forte allo stesso tempo mostrandosi con generosità in tutta la sua mai volgare sensualità. L'erotismo è ben calibrato, difatti si rischiava di rendere l'intera operazione pretestuosa per le scene di sesso più o meno esplicite, e invece non eccede mai, anzi riesce persino a farsi apprezzare per il modo con cui viene mostrato il gioco di seduzione colonna portante del film. Anche la sceneggiatura non delude, con dialoghi ben scritti e ritmati. La trama nelle oltre due ore riesce ad essere sfruttata al meglio, non ci si annoia mai, ci sono vari colpi di scena e la tensione e il coinvolgimento si assestano su ottimi livelli. Persino il finale non delude, non troppo buonista nè consolatorio. Un gran bel prodotto insomma, ben scritto, diretto e interpretato, che in qualche sequenza, soprattutto merito della bravissima protagonista, sa davvero emozionare. Da vedere. Cesare Mangione

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"GRAN BEL FILM"

Gradimento

Media

8

Votanti

1

Per votare devi accedere nel KavusClub!

Chi ha votato

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale