Schede Film: 3308 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 33

Caos calmo

Foto Caos calmo Film, Serial, Recensione, Cinema

Caos calmo è quello che Pietro Paladini ha nel cuore da quando è morta sua moglie Lara. Un giorno d'estate Lara muore all'improvviso, ma lui non è con lei, in quel momento è in mare e sta salvando la vita a un'altra donna, una sconosciuta.

Titolo originale
RegiaAntonio Luigi Grimaldi
CastNanni Moretti, Valeria Golino, Alessandro Gassman, Isabella Ferrari, Blu Di Martino, Silvio Orlando, Hippolyte Girardot, Charles Berling, Roberto Nobile, Kasia Smutniak, Blu Yoshimi
GenereDrammatico
Anno2008
Durata112' / 08 Febbraio 2008
ProdItalia
ProduzioneFandango, Rai Cinema
Distribuzione01 Distribution
Sitoweb

Recensioni (2)

larachiti Film Cinema
larachiti
7.5

Pietro Palladini è un manager di una grande azienda che mentre si trova sulla spiaggia con il fratello salva due donne che stavano per affogare. Mentre si prodiga in questa buona azione a pochi chilometri di distanza sua moglie muore a causa di un malore. La vita dopo il lutto dovrebbe ricominciare ma l'uomo decide in qualche modo di sospenderla, infatti dopo aver accompagnato la figlia a scuola decide di non andare al lavoro e di fermarsi su una panchina di fronte alla scuola ad attendere la bambina. questo accadrà anche nei giorni successivi, ma con questa azione diventerà un punto di riferimento per quelli che lo circondano. Quando sono andata a vedere questo film devo dire che avevo molti dubbi perchè il romanzo di Veronesi da cui il film è tratto mi era piaciuto davvero molto. Invece ho dovuto ricredermi perchè lo spirito del libro è stato abbastanza rispettato anche se per ovvi motivi ci sono delle variazioni. In primo luogo cambia l'ambientazione da Milano a Roma ma soprattutto dall'interno della macchina alla panchina. Questo fa si che la regia abbia più margine di movimento e il film risulti più dinamico. Certo Grimaldi non è un genio della regia e soprattutto si pone al servizio degli attori in particolare della bellissima interpretazione di Nanni Moretti che mai ho visto così misurato. Moretti riesce a rendere credibile il suo personaggio ed ad essere Pietro Palladini senza che a lui si sovrapponga la figura di Nanni. In particolare colpisce la naturalezza delle scene familiari con il fratello, un mai così bravo Alessandro Gassman, e con la figlia. Tutto il cast è all'altezza anche se, questo è secondo me il maggior difetto del film, alcuni personaggi del libro sono ridotti un po' a bozzetti e la parte della fusione aziendale non risulta molto chiara a chi non ha letto il romanzo. Da segnalare la bella colonna sonora, che non si limita come nel libro ai soli Radiohead, con il picco nei titoli di coda con la splendida canzone di Ivano Fossati. Nell'insieme comunque un buon film. Lara Chiti

Adele Film Cinema
Adele
8

Due donne invocano un immediato intervento in mare: Pietro interviene, con il fratello Carlo, il salvataggio ha esito positivo, ma non ottiene alcun ringraziamento. Lo stupore per tale atteggiamento è ben presto seguito da una visione che mai lo abbandonerà: sua moglie Lara è stesa al suolo. Mentre soccorreva una vita, quella della sua consorte cessava, senza possibilità d'appello. La carriera manageriale, la fusione in atto passano in secondo piano: la priorità è il rapporto con Claudia, figlia da preservare dalla carica distruttiva dell'inevitabile dolore. Il primo giorno di scuola coincide con una promessa che è sentenza: la attenderà fuori dall'istituto, fino al termine delle lezioni. Il soggiorno si protrae, Pietro diviene testimone del microcosmo che ruota attorno al parco, alla panchina complice di confidenze: osserva con rinnovata curiosità il dettaglio, quelle comparse che divengono protagonisti della sua nuova prospettiva esistenziale. Riceve continue visite di parenti e colleghi: apparenti portatori di consolazione, effettive anime in pena, bramose di lacrime che Pietro non sa versare, sofferenza invocata come rassicurante routine. Ha rallentato la sua fuga per avere le redini del viaggio, ha (ri)trovato un tempo che negava alla riflessione, temendone le conclusioni: riscopre la libertà di scelta, di opinione, rifiutando la subordinazione all'aspettativa, accogliendo il caos calmo a lungo schivato, bellezza confusa d'una scolaresca dedita al ritorno. L'intenso testo di partenza rappresenta un solido riferimento, la sceneggiatura non ne sconvolge l'essenza e sa esaltare sapori, note ("Pyramid song" dei Radiohead è meraviglia allo stato puro) a cui Sandro Veronesi ha fornito ampio respiro, la preziosa collaborazione di Nanni Moretti rende la pellicola realtà indipendente dalla pagina scritta. Quest'ultimo, come auspico sia noto, è interprete di indubbie capacità anche se scisso da Michele Apicella: 32 anni di cinema ad alti livelli si percepiscono, il suo Pietro Paladini motiva la visione, epici i confronti con l'ormai inseparabile Silvio Orlando. I comprimari intervengono con tempismo sapientemente calcolato, generano confronti ironici dalla deliziosa veste intimista, colpi calibrati ed ampiamente recepiti da Alessandro Gassman, meno da Isabella Ferrari e Valeria Golino. Da segnalare il cameo di Roman Polanski, mostro sacro perfettamente a suo agio nei panni del boss Steiner, temuto squalo d'un impero finanziario ed insospettabile interlocutore dell'evanescente Paladini. Aspetto contestabile è l'ombra della fiction, una regia filo-televisiva (Grimaldi, artefice di "Distretto di polizia") che appare come semplice narrazione: un Nanni dietro la macchina da presa sarebbe stato tutt'altro brivido, il valore della storia permette comunque simili licenze. Adele Augruso

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"GRAN BEL FILM"

Gradimento

Media

7.75

Votanti

2

Per votare devi accedere nel KavusClub!

Chi ha votato

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale