Schede Film: 3309 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 35

Dellamorte Dellamore

Foto Dellamorte Dellamore Film, Serial, Recensione, Cinema

Fotogallery



A Buffalora, piccolo centro del Nord Italia, (metafora della Provincia che sulle proprie radici contadine ha costruito una civiltÓ paralizzata dalla burocrazia e da un finto benessere), Francesco Dellamorte, un trentenne "eterno adolescente", si Ŕ volontariamente recluso nel proprio lavoro di guardiano del Cimitero. Si protegge dalle emozioni, inventandosi un quotidiano fatto di rituali: il lavoro, la lettura dell'elenco del telefono, il sogno che un giorno troverÓ un lavoro importante, che lo porterÓ lontano, verso una vita vera. La sua unica compagnia Ŕ Gnaghi, il suo assistente: un concentrato di diversitÓ, affezionato al suo principale/padrone. La malinconica accettazione del Nulla Quotidiano si popola di "mostri". I morti, risorgono. E Dellamorte trova quella che crede essere una ragione di vita. Deve impedire che i Morti invadano il mondo dei Vivi. Per questo gli spara in testa e li riseppellisce. (Trama ufficiale)

Titolo originale
RegiaMichele Soavi
CastRupert Everett, Anna Falchi, Franšoise Hadji Lazaro, Mickey Knox, Fabiana Formica, Vito Passeri, Barbara Cupisti, Pietro Genuardi, Stefano Masciarelli
GenereHorror
Anno1994
Durata105 '
ProdItalia
ProduzioneFrancia - Italia
Distribuzione
Sitoweb

Recensioni (1)

Superficie 213 Film Cinema
Superficie 213
8

Un film dannatamente originale,confuso,geniale,unico e naturalmente capito da pochissimi. Flop commerciale di Soavi che per questa sua "colpa" si e' trovato le porte chiuse al grande eschermo per piu' di dieci anni,e cioe' fino all'uscita nel 2006 del suo ottimo Arrivederci Amore, Ciao. Soavi fgira come nessuno in Italia,la sua tecnica e' altissima e si mette al servizio di una storia eccessiva,stralunata che e' sempre grottesca e che unisce l'horror pure ad una vena surreale fantasy di indubbio valore. Ottima la prova degli attori - anche di una Falchi solitamente ignobile,ma qui inserita bene nella storia - e di spessore gli effetti speciali curati al massimo da uno Stivaletti all'apice della creativita'. Humor nerissimo,sangue a secchiate e poesia nella narrazione sono altre qualita' di un film unico nel suo genere. Da rivalutare assolutamente. Federico Frusciante

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"GRAN BEL FILM"

Gradimento

Media

8

Votanti

1

Per votare devi accedere nel KavusClub!

Chi ha votato

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale