Schede Film: 3309 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 34

Essere John Malkovich

Foto Essere John Malkovich Film, Serial, Recensione, Cinema

Craig (J. Cusack), burattinaio d'insuccesso, trova un posto di archivista in una ditta al settimo piano e mezzo di un palazzo di Manhattan. Scopre un tunnel che porta per 15 minuti dentro la mente dell'attore John Malkovich: un affare lucroso.

Titolo originale
RegiaSpike Jonze
CastJohn Cusack, Cameron Diaz, John Malkovich, Catherine Keener, Orson Bean, Mary Kay Place, Charlie Sheen, W. Earl Brown, Sean Penn, Brad Pitt, Winona Rider, Gary Sinise
GenereCommedia
Anno1999
Durata112' / 1999
ProdU.S.A.
ProduzioneUniversal Pictures
DistribuzioneUIP
Sitoweb

Recensioni (1)

Killer_queen Film Cinema
Killer_queen
7.5

Hai mai sognato di essere qualcun altro? Di realizzare i tuoi sogni attraverso qualcun altro? Di essere una Star del cinema: acclamato, venerato, assolutamente affascinante e rispettato; qualunque cosa tu faccia essa viene accolta con strepitoso successo?! Ti bastano duecento dollari e per quindici minuti puoi vivere l'esperienza più elettrizzante della tua vita. Solo duecento dollari e diventi John Malkovich. Attenzione però, ci sono delle controindicazioni; potresti rimanere intrappolato nella folle idea di divenire John Malkovich per il resto della tua vita e non aver più il coraggio di tornare a essere il fallito che sei stato. Craig Schwartz è un abile e sfortunato burattinaio. Vive in un appartamento con la moglie Lotte ( Una Cameron Diaz hippy piuttosto bruttina. I capelli ricci a cespuglio, vi faranno rimpiangere il suo adorabile caschetto biondo da Barbie Super Sexy ). Sotto consiglio della moglie, Craig inizia a cercare un lavoro e tramite un annuncio letto sul giornale, si reca alla Lester Corp, un'azienza piuttosto strana, situata al settimo piano e mezzo di un edificio nel centro di Manhattan. Qui fa la conoscenza di Lester, il capo " supremo ", un vecchio bizzarro che sogna di ringiovanire e di riassaporare i piaceri della carne; E di Maxine, l'affascinante collega di lavoro della quale Craig si innamora. E' nella stessa Lester Corp, al piano 7/2 che lo sfortunato burattinaio scopre un tunnel che porta direttamente nella mente del celeberrimo attore John Malkovich. Quindini minuti e poi di nuovo nella realtà, tutto come niente fosse. Apparentemente la scoperta è innocua; La J.M. Inc. nasce in un lampo. Duecento dollari e sei John Malkovich. Perfino Lotte prova il sensazionale viaggio, ma l'esperienza la lascia frastornata, totalmente ossessionata dal voler essere l'attore, sogna di divenire transessuale e si innamora di Maxine. Tempi duri per John Malkovich che nel frattempo comincia a capire che c'è qualcosa che non funziona più bene nella sua mente e finisce per scoprire la terrificante verità: un gioco di cinismo, che alle sue spalle si nutre della sua mente, della sua privacy, della sua stessa vita; dove chiunque usufruisce del suo essere, come un demone nella sua testa. L'unica cosa che conta diverrà il bisogno di ritrovare se stessi, il proprio " io ", l'importanza di amarsi e rispettarsi; perchè nessuno può essere migliore di Noi, nessuno può prendere nella nostra mente il posto che ci appartiene. Il desiderio di non abbandonarsi, di continuare ad appartenerci, di non divenire i burattini di chi è infelice e per egoismo, cerca di fuggire dai fallimenti della propria vita. Una pellicola complessa e soavemente diretta, mantenuta in piedi da un'idea geniale che sfortunatamente a tratti singhiozza e non fila liscia. Molti quesiti rimangono incompleti. Perchè al piano 7/2 i soffitti sono così bassi? Che possa essere un modo per tenerci in guardia? - Non abbassatevi di fronte la realtà, rimanete con le spalle dritte e guardatevi avanti. Mai piegarsi, mai spaventarsi di fronte i fallimenti, perchè lì dove c'è una perdita, c'è già luce per il raggiungimento di una vittoria. Piegandovi, finirete per essere solo il fantasma di voi stessi - Chissà, la sua interpretazione è tutto sommato, puramente personale; ma sarebbe stato comunque carino dare qualche risposta in più. Proviamo pietà, sorridiamo, ci commuoviamo, di fronte questo film di Spike Jonze ( scritto da Charlie Kaufman - Se mi lasci ti cancello - ndr. ) troppo complicato per poter essere apprezzato del tutto e... da tutti. Bisogna saper guardare nelle profondità di questa creativa pellicola, sviscerarla nei suoi angoli più nascosti, per arrivare al succo, al concetto, al cuore ( e sicuramente batte, ed emoziona al tempo stesso ) Cameron Diaz è eccellente nei panni della Bruttina Lotte, finalmente la ammiriamo anche in personaggi che non siano tutto mascara e lunghe gambe. John Malkovich, solo il nome è una garanzia e John Cusack, sa essere brillante e credibile. " Being John Malkovich ", poteva prendere pieghe migliori, sciogliendo i dubbi, ma nella nostra mente rimangono enigmi, che probabilmente non risolveremo mai. Annabella Monti.

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"GRAN BEL FILM"

Gradimento

Media

7.83

Votanti

3

Per votare devi accedere nel KavusClub!

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale