Schede Film: 3309 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 35

L'Ignoto Spazio Profondo

Foto L'Ignoto Spazio Profondo Film, Serial, Recensione, Cinema

Fotogallery



Attraverso le parole di un alieno seguiamo un'ipotesi: cosa succederebbe se, all'improvviso, una navetta spaziale in orbita attorno alla terra non potesse pi¨ fare ritorno alla base perchÚ le condizioni di vita sul nostro pianeta sono diventate impossibili? Per gli astronauti l'unica possibilitÓ di scampo sarebbe quella di trovare un altro luogo dove stabilirsi. Ma inviando sulla superficie di un altro pianeta la sonda Galileo, i dati che questa riporta non sono rassicuranti: la loro, quindi, sembrerebbe destinata ad essere una missione suicida. Questa ipotesi sconfortante viene illustrata dalle parole di un alieno reduce dalla missione fallimentare di integrare la propria comunitÓ con quella giÓ esistente sulla terra. Gli extraterrestri vengono da The Wild Blue Yonder, un pianeta composto di elio allo stato liquido e immerso in un'atmosfera completamente ghiacciata. (Trama ufficiale)

Titolo originale
RegiaWerner Herzog
CastBrad Dourif, Ellen Baker, Franklin Chang-Diaz, Shannon Lucid, Michael Mcculley, Donald Williams
GenereDocumentario
Anno2005
Durata83 '
ProdGermania - Francia - Gran Bretagna
Produzione
DistribuzioneFandango
Sitoweb

Recensioni (1)

Superficie 213 Film Cinema
Superficie 213
8

Herzog e' un genio. Ha diretto tanti film meravigliosi e raramente ha cercato strade gia' battute,aprendo il suo sguardo autoriale a tutti i generi possibili - anche l'horror col suo remake bellissimo del classico Nosferatu - ultimo appunto la science fiction. Certo aspettarsi da Herzog un film classico sarebbe da folli,infatti questa pellicola ci immerge in un mondo psichedelico,attraverso un monologo del grande Brad Dourif che ci racconto il nostro "mondo " attraverso gli occhi di un alieno disfatto e pessimista. Il tutto utilizzando veri docufilm ,intramezzati da nuovi filmati,filmati d'epoca e parti realmente psichedeliche,dove il regista unisce una musica di un coro sardo(?) a delle immagini subacque di rara bellezza. La cosa incredibile e' che la pellicola tocca nel profondo senza avere bisogno di una reale immedesimazione,senza trucchi od artifici cinematofgrafici - quindi senza cinema? - . L'anticonsumismo\capitalismo,l'amore per la natura incontaminata e la gioia per l'esistenza sono le fonti a cui Herzog vuole riporate il suo spettatore,trasportandolo in un universo fittizo ma reale - il mare congelato.. -,dove le immagini valgono piu' di mille parole. Federico Frusciante

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"GRAN BEL FILM"

Gradimento

Media

8

Votanti

1

Per votare devi accedere nel KavusClub!

Chi ha votato

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale