Schede Film: 3302 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 26

Madre!

Foto Madre! Film, Serial, Recensione, Cinema

Fotogallery



Una coppia apparentemente serena vive in una casa in mezzo ad una foresta. L'ordine delle cose viene interrotto dall'arrivo di uno sconosciuto.

Titolo originaleMother!
RegiaDarren Aronofsky
CastJennifer Lawrence, Javier Bardem, Ed Harris, Michelle Pfeiffer
GenereDrammatico
Anno2017
Durata121'
ProdStati Uniti d'America
ProduzioneProtozoa Pictures
Distribuzione20th Century Fox
Sitoweb

Trailer

Recensioni (1)

Barbara Film Cinema
Barbara
9

 

Darren Aronofsky ritorna al cinema con una delle sue opere più complesse Mother! (Madre!). Presentato alla 74 edizione della Mostra del Cinema di Venezia, la critica ha aspramente bocciato il film, ciò sembra dimostrare che l’intento di Aronofsky non era la ricerca di facili consensi (visto i film ultimamente premiati), ma bensì portare avanti la sua arte e idea di cinema.

Mother! si presenta come un film d’impatto umorale, che entra nelle viscere dello spettatore lasciandolo impaurito, inorridito, confuso. Aronofsky torna sulle tematiche trattate dalle Sacre Scritture (dopo il suo kolossal “Noah” 2014), con un linguaggio nuovo e innovativo, ripresentandosi al pubblico (che l’aveva amato e osannato nel “Cigno Nero” 2010 )  come un regista ecclettico, spudorato e visionario.

Mother! è anche il rapporto dell’uomo con la terra, una madre natura stanca dei soprusi che gli uomini le riservono, avvilita dagli orrori che gli uomini quotidianamente commettono.

Aronofsky richiude il mondo (a noi conosciuto) in una grande casa, un luogo senza tempo e in uno spazio indefinito.

La casa è il luogo del rifugio dalle brutture del mondo esterno, di sicurezza inviolabile, il grembo materno caldo e accogliente, luogo vivo e pulsante di energia.

Su di essa ruota il film, con un Padre (Lui) e una madre (Lei, Amore). Un Padre sterile e in crisi creativa e una Madre pronta al sacrificio e alla ricostruzione di ciò che è stato precedentemente distrutto.

Qualcuno bussa alla porta, rompendo l’idillio, l’ospite inatteso che vi fa breccia, si insinua nell’Eden creato, portando con sè caos e morte. Adamo e Eva, Caino e Abele, la casa è stata contagiata dal male e dal peccato, come una macchia di sangue che si espande e distrugge ciò che lo circonda. Non basta coprirla sotto un tappeto, perché essa si manifesterà ancora più potente.

La vita continua e feconda, Madre è incinta, Padre profetizza una nuova speranza, che si manifesta  in un suo nuovo scritto. Gli ospiti invadono di nuovo la casa e la ripopalono, entusiasti da ciò che è stato profetizzato.  Ma la guerra, la povertà, l’odio, i falsi miti, la fame, la globalizzazione, i confini, devastano e distruggono il creato, la casa, il grembo materno che li ha creati e amati.

Il Messia, sta per nascere. Padre riporta Lei Madre in ciò che è rimasto dell’Eden, affinché possa nascere il nuovo profeta. Strappato dalle sue braccia, il Cristo viene dato in dono all’uomo che lo divora (Transustanziazione eucarestia).

L’apocalisse è vicina, la natura madre si ribella, e dall’energia che la invade, distrugge e brucia il creato. Non rimane nulla della casa (mondo), dio ha fallito nel suo intento, ma esiste ancora la speranza. Dal cuore pulsante e pieno d’amore di Lei Madre, è possibile ricreare un nuova casa, un nuovo mondo.

In principio fu la Madre.

Siamo di fronte a un opera unica e coraggiosa, grazie Aronofsky.

Barbara Pappalardo

 

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"CAPOLAVORO"

Gradimento

Media

9

Votanti

1

Per votare devi accedere nel KavusClub!

Chi ha votato


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale