Schede Film: 3309 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 34

Max Payne

Foto Max Payne Film, Serial, Recensione, Cinema

Fotogallery



Consumato dal dolore dopo che gli é stata sterminata la famiglia da dei criminali imbottiti di droga, un agente di polizia di New York riesce ad entrare nella DEA, per potersi infiltrare nel mondo degli spacciatori e farsi giustizia da solo. Il suo comportamento però lo metterà in cattiva luce con i suoi ex colleghi che adesso gli danno la caccia insieme ai boss della droga...

Titolo originale
RegiaJohn Moore
CastMark Wahlberg, Mila Kunis, Beau Bridges, Donal Logue, Chris O'Donnell, Rico Simonini, Kate Burton, Ludacris, Marianthi Evans, Nelly Furtado
GenereAzione
Anno2008
Durata100' / 28 Novembre 2008
ProdU.S.A.
ProduzioneAbandon Entertainment, Collision Entertainment, Dune Entertainment, Firm Films
Distribuzione20th Century Fox
Sitowebwww.maxpaynethemovie.com

Recensioni (2)

ceo_85 Film Cinema
ceo_85
3.5

Ennesima trasposizione cinematografica di un videogioco di successo di qualche anno fa, Max Payne è probabilmente uno tra i meno riusciti considerando gli elementi a disposizione. Non ci troviamo di certo in zona Uwe Boll, ma manca poco e visto ciò che è stato buttato nel cesso (produzione costosa, buon cast, colonna sonora ottima) c'è da restarne anche più delusi. La trama è di una banalità sconcertante, non sta in piedi nemmeno per un secondo, già vista, lineare, noiosa. Mark Wahlberg dà la sua peggior interpretazione da anni a questa parte, monoespressivo, piatto, fuoriparte (e ce ne vuole per esserlo, visto che il personaggio perso in questione sarebbe piatto anche nel videogame!). Brave e sexy invece Mila Kunis (vista in Non mi scaricare) davvero bellissima e la bondgirl Olga Kurylenko sprecatissima in un piccolo ruolo. Colonna sonora portentosa, effetti speciali ben fatti, scene d'azione convenzionali e prive di stile. Non ci si coinvolge, e per un film d'azione provocare noia è il peggior difetto. Scontato, irritate, mal diretto, fino al devastante finale. Ci si chiede come diavolo si faccia tuttoggi a girare una simile porcheria. Cammeo inutile di un'imbruttitissima Nelly Furtado. Cesare Mangione

Killer_queen Film Cinema
Killer_queen
4.5

Mi convincono ad andare a vedere tale " Max Payne ", il trailer promette bene e il mio amico ha provato e concluso il videogioco, mi spiega la trama nei dettagli e...bhè sì, andiamo, dai, potrebbe rivelarsi una sorpresa! Mark Whalberg interpreta Max Payne, un uomo torturato dal dolore per la perdita di moglie e figlia, assassinate brutalmente in un giorno come tanti; il caso non è mai stato risolto e Max Payne è ancora sulle tracce del colpevole. Si presenta l'occasione giusta per riaprire il caso, quando avvengono di fila due assassinii, che coinvolgono nuovamente Max. La morte di una ragazza russa, conosciuta poco prima a una festa e quella del suo amico ed ex collega, Alex. Ed è lì, dove finisce una vita, che comincia la vendetta di Max, deciso a trovare e uccidere un volto che non ha mai visto, una voce che non ha mai ascoltato e che si cela proprio, dietro chi non ti aspetteresti mai. Sotto la neve di una New York buia e sola, dietro l'effetto di una spaventosa droga, chiamata Valchiria, che provoca una forza sovrumana e spaventose visioni di demoni oscuri, che sembrano rappresentare la tragica fine, inizia la corsa di Max, verso le risposte della quale ha bisogno, verso la sua vendetta, per un uomo che non ha più nulla da perdere e che non si fermerà, nemmeno di fronte la morte stessa. Per quanto le idee ci siano, " Max Payne " risulta l'ennesimo videogioco riportato sul grande schermo, nei panni di un deludente film. Appare caotico, senza ordine logico, gli avvenimenti accadono sovrapponendosi l'un l'altro, senza lasciar spazio alla riflessione: Che cosa sta succedendo? - Tutto appare veloce, immediato. Innervosisce questo continuo " non capire ", vorremmo essere partecipi al dramma di Max, ma sentiamo solo la tragedia, il dolore, il dramma. Rimaniamo spettatori, senza partecipare nemmeno per un istante alla vicenda, che certamente ci coinvolge e incuriosisce, ma ci isola, tagliandoci fuori. Mark Whalberg è piatto, noioso, ha la faccia antipatica. La sua faccia colma di rabbia è la stessa piena di affetto, quando guarda moglie e figlia; Max Payne è privo di psicologia, è un personaggio e basta, nome, cognome, età, mestiere, ma identità azzerata. E così gli altri personaggi presenti nel film. Ribadiamo, l'idea buona e coraggiosa, le ambientazioni decisamente spettacolari, la colonna sonora mantiene in piedi il ritmo del film, che va a disperdersi di continuo ( o si tramuta in scene d'azione perfino troppo lunghe ed esagerate ), ma come ci deluse " Tomb Raider " ai tempi che furono, anche " Max Payne " va ad aggiungersi alla lista di videogiochi tramutati inutilmente in film. Annabella Monti.

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"MEDIOCRE"

Gradimento

Media

4

Votanti

2

Per votare devi accedere nel KavusClub!

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale