Schede Film: 3309 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 34

Pathology

Foto Pathology Film, Serial, Recensione, Cinema

Ted riesce ad entrare in una ambitissima scuola di specializzazione in medicina. LÓ fa subito la conoscenza di alcuni tra i pi¨ brillanti studenti di patologia, che lo introducono all'interno del loro esclusivo gruppo di giocatori. Il gioco che li impegna consiste nell'ideare il delitto perfetto.

Titolo originale
RegiaMarc Schoelermann
CastMilo Ventimiglia, Michael Weston, Alyssa Milano, Lauren Lee Smith, Johnny Whitworth, John de Lancie, Mei Melanšon, Keir O'Donnell, Dan Callahan, Larry Drake, Med Abrous, Alan Blumenfeld, Gary Buckner, Jeb Burris
Genere
Anno2008
Durata93 min.
ProdU.S.A.
Produzione
Distribuzione
Sitoweb

Recensioni (2)

carmilla Film Cinema
carmilla
6

Immaginate il lato pi¨ impensabile e oscuro di ER. L'altra faccia di quegli amabili medici, disposti al sacrificio e alle nottate, pur di salvare una sola vita umana. GiÓ dai titoli di testa Ŕ appunto quello il riferimento che viene in mente. Subito dopo la storia pare virare verso una normale competizione tra allievi di un college esclusivo. E alla fine siamo pi¨ dalle parti di Frankenstein. Solo che questi qui la vita non la vogliono infondere nei corpi inanimati. Proprio no. Questi vogliono rendere inanimati dei corpi vitali, che senza il loro intervento avrebbero continuato ad esser vivi, senza finire in prigione per questo. Divertente vero? No, certo che non lo Ŕ, ma gli studenti di un'esclusiva scuola di medicina devono pur passare il tempo, e vincere la noia di sentirsi un dio. E come lui decidono non solo di falciare a caso delle vite umane, che per la veritÓ avrebbero giurato di preservare, ma addirittura di fare una gara per stabilire chi Ŕ il pi¨ bravo a non farsi scoprire dagli altri patologi. Detto questo resta poco altro. Il racconto scivola tra divertenti autopsie e party esclusivi con lettino nella stanza a fianco. I nostri brillanti futuri medici, giÓ dottori ma non pi¨ del tutto umani, passano le loro giornate a cercare di trovare il modo di eludere la legge. Le leggi si sa, sono fatte per essere evase, e loro giocano a trovare modi sempre pi¨ complessi e meno comprensibili per uccidere, col segreto intento di superare in ingegno tutti gli altri patologi. Divertimenti inoffensivi, insomma. Roba da far pregare di non aver mai bisogno di un medico in tutta la vita. FinchŔ un bel giorno la fidanzata di Ted, che per essere la compagna di un medico pare un p˛ troppo ingenua a mio avviso, piomba in cittÓ e si istalla in casa di lui. A questo punto sorgono una serie di problemi, il cui pi¨ semplice Ŕ spiegare la presenza di una pipa da crack sul comodino. E anche il fatto che i suoi amici si riuniscono di notte. O che la dottoressa Bath sembra un p˛ troppo amica del suo fidanzato. E infine che lui mica pu˛ pensare di passare fuori proprio tutte le sue notti? Ovvio che ci saranno dei piccoli aggiustamenti allo stile di vita del nostro Ted, alcuni non proprio facili da gestire. Il dottor Gallo, ad esempio ha da ridire sul fatto che qualcuno voglia sul serio lasciare il suo club cosý esclusivo. E Ted dovrÓ fare delle scelte. Scritto dai due autori di Crank, Pathology aggiorna, senza troppe complicazioni il tema che era alla base dei due Anatomy. Il senso di onnipotenza che prende i medici durante il tirocinio, che successivamente sarÓ sostituito da quello di impotenza tipica di chi ne ha viste troppe, Ŕ centrale in tutte e tre le pellicole. E le insinuazioni sulla natura oscura di chi sceglie la professione medica, rimestano con successo nelle angosce ancestrali, circa il potere attribuito a stregoni e sciamani fin dall'antichitÓ. La regia ha una sua efficacia, anche se leggermente patinata, mentre la recitazione televisiva dei dottori Ŕ dovuta pi¨ che altro al fatto che essi vengono, appunto dalle serie tv degli ultimi anni. Uno da Heroes, l'altra da Streghe. Quindi, se non vi disturba troppo una certa fissitÓ espressiva, godetevi pure questa variazione sul tema. E iniziate a pensare che sarÓ meglio non aver mai bisogno di un dottore. Anna Maria Pelella

Superficie 213 Film Cinema
Superficie 213
6.5

Thriller con venature splatter che seppur poco originale e con alcune cadute di tono nella parte centrale riesce ad essere sufficientemente curato e con una discreta tensione d'insieme. Quando si parla di medicina l'horror ha sempre avuto qualcosa da dire,non a caso i medici pazzi esistono nel genere stesso da decenni e sono quasi sempre in bilico tra ragione pura e follia accecAnte per la ricerca. Questo PATHOLOGY aggiorna il mito del mad doctor in chiave realistica e trasforma il classico uomo di mezz'eta' con sogni di gloria - o d'amore infranto... - in un gruppo di giovani medici che si sfidano uccidendo a turno qualcuno per poi portene scoprire la modalita' e Vincere cosi' la sfida. Negli ultimi anni c'e' erano gia' stati ANATOMY e ANATOMY 2 che avevano un'ambientazione simile ,ma li' la storia era piu' "massonica" ed il livello filmico era inferiore sia per la caratura della messa in scena sia per il gore e la crudelta'. Qui il giovane regista Marc Schoelermann riesce a mantenere costante il ritmo e non gioca eccessivamente coi trucchetti del genere,per concentrarsi sul carattere dei personaggi,mai eccellenti ma sempre dettagliati abbastanza da non risultare fasulli o sopra le righe. Il cast e' composto da facce tv che fanno il loro senza esaltare ma neanche facendo danni. Un film intrigante insomma,che ha un inizio ed una fine notevoli - si sfiora per un attimo il sublime VITAL - ,che si perde in troppe chiacchere per un po',ma che ritrova la giusta misura e che chiude davvero in bellezza. Niente di eccezionale,sia chiaro,"solo" un film d'intrattenimento abbastanza riuscito e migliore di tanti blockbuster strombazzati. Federico Frusciante

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"PIACEVOLE"

Gradimento

Media

6.25

Votanti

2

Per votare devi accedere nel KavusClub!

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale