Schede Film: 3308 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 33

Riflessi di paura

Foto Riflessi di paura Film, Serial, Recensione, Cinema

In seguito all'uccisione involontaria di un agente in borghese, il detective Ben Carson perde il lavoro e, caduto nell'alcolismo, viene lasciato dalla moglie. A distanza di un anno l'ex poliziotto trova un impiego come guardiano notturno presso un grande magazzino abbandonato, che cinque anni prima è stato danneggiato da un incendio di natura dolosa. Nel tetro luogo, dove hanno perso la vita ventinove persone e altre settantotto sono rimaste gravemente ferite, risiedono oscure presenze, intrappolate negli immensi specchi che ne ricoprono le pareti.

Titolo originale
RegiaAlexandre Aja
CastKiefer Sutherland, Paula Patton, Cameron Boyce, Erica Gluck, Amy Smart, Mary Beth Peil, John Shrapnel
GenereHorror
Anno2008
Durata03 Ottobre 2008
ProdU.S.A.
ProduzioneNew Regency Pictures, Castel Film Romania
Distribuzione20th Century Fox
Sitowebhttp://www.mirrorsmovie.com/

Recensioni (2)

Superficie 213 Film Cinema
Superficie 213
6

Alexandre Aja e' un regista francese che ha fatto il botto con il discreto ALTA TENSIONE e con il riuscito remake hollywoodiano de LE COLLINE HANNO GLI OCCHI di craveniana memoria. Poi,trasferitosi definitivamente in USA ha scritto e prodotto P2-LIVELLO DI TERRORE che si e' rilevato uno degli horror piu' fetenti dell'anno in corso. Ma il botteghino ha dato ragione al giovane direttore \produttore che con il film suddetto ha raggiunto ottimi livelli di guadagno. Ora a tre anni di distanza dal "riaggiornamento" del cult di Craven torna dietro la macchina da presa per un altro remake.Stavolta tocca a quel INTO THE MIRROR del 2006 che in Corea e' stato campione di incassi ad essere "rigirato". Ribattezzato da noi RIFLESSI DI PAURA,questo remake non si puo' definire riuscito come il precedente girato da Aja. L'originale seppur interessante e con momenti veramente ottimi non e' piu' che un discreto film e questo remake perde il confronto sia come messa in scena che come narrazione. Aja tiene alcune sequenze del prototipo e rimaneggia il soggetto per renderlo piu' appetibile ai gusti degli occidentali,inficiandone pero' la forza "oniria" e buttandola piu' sul thriller paranormale. Fortunatamente per il regista il cast e' ottimo,Kiefer Sutherland regge la baracca da solo e qualche bel momento splatter rialza l'attenzone dello spettatore,che nella parte centrale - la piu' debole anche dell'originale - rimane un po' annoiato da una trama che s'incarta in spiegazioni abbastanza ovvie e poco originali. Comunque Aja sa' giarare e tecnicamente il film eì ottimo,sia come fotografia che com e montaggio. Purtroppo pero' la tensione non e' sempre a buoni livelli e nel complesso l'atmosfera e' altalenante,con dei buoni momenti e con delle cadute di tono davvero inaspettate. Insomma,il regista francese dimostra di avere del talento visivo,ma qui non fa altro che portare a casa un decoroso compitino,che pero' manca davvero di anima e di forza. Spero che Aja se ne torni in Francia e che la smetta di mettersi dietro la macchina da presa solo per girare inutili remake. Federico Frusciante

ceo_85 Film Cinema
ceo_85
5.5

Ormai quando si parla di remake horror di film orientali, è naturale indisporsi, e con "Riflessi di Paura" (pessimo, come al solito, titolo italiano che invece abbandona il ben più intrigante "Mirrors"), la cosa non cambia. Collage di praticamente tutti i film horror, non solo orientali, degli ultimi anni (con alcune sequenze pressochè identiche al simpatico "I 13 spettri"), il film ha una buona atmosfera, anche se non originalissima, gioca molto sui giochi di luce, e soppesa la tensione grazie alla buona colonna sonora. Un paio di sequenze davvero ben fatte, prima fra tutte l'uccisione della sorella del protagonista (una sprecata Amy Smart), inquietante, gore, visivamente splendida. Il film è ben interpretato, la regia spreca ottimo materiale, è confusa e spesso diviene spicciola e banale, rendendo noiosa la vicenda. La trama è già vista, e nonostante si cerchi di dare una maggiore corposità, si finisce con il mettere un pò troppa carne al fuoco, e difatti nel finale quasi tutto ciò che di buono c'era (e non era molto), si perde, risultando stiracchiato, scontato e irritante. Un filmettino come tanti, chelascia ogni originalità o voglia di sperimentare e che finisce per essere solo l'ennesimo prodotto commerciale (ri)creato con il solo scopo di incassare. Cesare Mangione

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"GUARDABILE"

Gradimento

Media

5.75

Votanti

2

Per votare devi accedere nel KavusClub!

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale