Schede Film: 3309 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 34

Silent Hill

Foto Silent Hill Film, Serial, Recensione, Cinema

Fotogallery



Rose (Radha Mitchell) è una giovane madre alla disperata ricerca di una cura per sua figlia Sharon, afflitta da una malattia particolare che i medici non sanno come trattare; quando questi le propongono di ricoverare la bambina in un ospedale psichiatrico, Rose decide invece di recarsi nella misteriosa città di SILENT HILL, un luogo che spesso sua figlia nomina nel sonno. Suo marito Christopher (Sean Bean) si oppone fortemente a questa decisione, tuttavia Rose è convinta che in qualche modo Silent Hill sia la soluzione di tutti i loro problemi. Madre e figlia si mettono quindi in viaggio, ma non appena la loro automobile giunge in prossimità della cittadina, una figura misteriosa appare sulla strada, costringendo Rose a sterzare violentemente. L’auto sbanda, Rose sviene, ma quando si rianima si rende conto che Sharon non è più con lei: ed eccola all’improvviso in una città che non conosce, al fianco di una risoluta poliziotta (Laurie Holden) che intende aiutarla a trovare sua figlia. Durante la ricerca della figlia, Rose apprende l’inquietante storia di Silent Hill, il suo passato puritano, violento e maledetto, rendendosi gradualmente conto che sua figlia è parte di un terribile e misterioso disegno del destino.(Trama ufficiale)

Titolo originale
RegiaChristopher Gans
CastRadha Mitchell, Laurie Holden, Sean Bean, Deborah Kara Unger, Kim Coates, Tanya Allen, Alice Krige, Jodelle Ferland, Colleen Williams
GenereHorror
Anno2006
Durata120 '
ProdGiappone - U.S.A. - Francia
Produzione
Distribuzione
Sitoweb

Recensioni (2)

Superficie 213 Film Cinema
Superficie 213
7

onostante la bravura tecnica e la buona prova offerta nei suoi lavori precedenti - Necronomicon,Crying Freeman,Il Patto dei Lupi - ,Chris Gans e' da molti poco stimato e viene considerato poco piu' che uno "shooter" alla Bay e simili. Invece in questo film il regista francese dimostra ancora di piu' di avere un bel talento per la messa in scena. Scritto a quattro mani con il grande Roger Avary - suoi i notevli KILLING ZOE e LE REGOLA DELL'ATTRAZIONE...senza contare la sceneggiatura di Pulp Ficton! - ,fotografato alla grande dal bravo Dan Laustsen - Mimic,Il Guardiano di notte - e dotato di un'ottima colonna sonora,questo horror fantastico riesce in alcune sequenze a fare paura e riesce anche a creare un mondo che resta sempre in bilico tra realta' e fantasia,attraverso l'uso preciso dei movimenti di macchina e di una scenografia notevole. Forse ci troviamo di fronte a l'unico film tratto da un videogame che ,nonstante si rivolga ad un pubblico di giovani e giovanissimi, riesce a rimanere sempre in sospeso e che non accellera il ritmo diventando inutilmente fracassone. Insomma un film per teen col ritmo del cinema horror di qualche anno fa - non a caso Gans e' un grande fan del cinema di genere italiano che sia Bava,Fulci o Argento non ha importanza..li ama tutti... - ,che fa un largo uso di effetti speciali "analogici" retro' che fanno scomparire quelli - seppur ben fatti - digitali in computer grafica. Bravi gli attori,che recitano sempre in costante eccitazione senza esagerazioni - anche se Sean Bean ha un ruolo davvero marginale e pure da eliminare visto che la sua e la "parte" piu' debole ed inutile di tutta l'opera - e notevoli alcune scene splatter - una donna a cui viene strappata via tutta la pelle da un mostro enorme con la testa piramidale,un gruppo di "ballerine\mostri" armate con lame affilatissime che si muovono solo verso la luce,il finale con orgia di sangue annessa... - che non sono appiccicate a casaccio,ma che vengono strutturate all'interno di una trama scarna e semplice dove i veri cattivi,anzi meglio,i veri mostri ,sono come al solito gli esseri umani. Quindi una pellicola che non delude ,ben fatta,che non fa gridare al miracolo ma che viene esaltata da una raffinatezza della messa in scena che raramente negli ultimi anni capita di vedere. Gans e' sicuramente "solo" un mestierante,un amante del genere e forse per questo non si piega troppo ai voleri di un pubblico eccessivamente di bocca buona,regalandoci stavolta una pellicola che ha alcune frecce al suo arco.Piu' i pregi dei difetti. Federico Frusciante

ceo_85 Film Cinema
ceo_85
9

Da una sceneggiatura di Roger Avary era lecito aspettarsi un buon film, dopo i capolavori di Killing Zoe, Pulp Fiction e Le regole dell'attrazione per citarne alcuni, e infatti la storia risulta essere quanto di più affascinante e interessante si possa aver visto negli ultimi tempi. Tratto da un videogame di successo della Konami, Silent Hill narra la storia di una città fantasma che si trova fra sogno e realtà, incubo e inferno in una moltitudine di dimensioni oscure abitate da mostri abominevoli e sette religiose, cacciatori di streghe e demoniache presenze nella quale nessuno è innocente e tutti devo espliare nel dolore dei peccati passati. Tutto si svolge in maniera rapida e in poco più di 2 ore (anche se inizialmente il film durava oltre tre ore e mezza) si svolge un'estenuante ricerca di una via di uscita e soprattutto di risposte, spesso scioccanti, spesso complicative. La tensione che si prova durante la visione della pellicola è altissima, grazie allo splendido utilizzo della fotografia e delle scenografie, gli abonimi folli che scorazzano nel film sono assurdi e realmente ripugnanti benchè indubbiamente attraenti. La storia è complessa e criptica, ma chi conosce affondo il videogame arriva alla soluzione in modo più istintiva. Christope Gans dopo l'affascinante Il patto dei lupi, dirige con grande intensità sensoriale, accennando varie e smodate tecniche di interpretazioni personali. Il cast è ben assortito, Radha Mitchell è una buona protagonista e Jodelle Ferland risulta essere forse la più brava tra le giovanissime attrici della nuova generazione. Colonna sonora assolutamente eccezionale, con pezzi di unica bellezza, da uno score di Akira Yamaoka. Probabilmente il miglior film tratto da un videogame, e sicuramente uno degli horror più originali e visivamente affascinanti mai fatti. Cesare Mangione

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"GRAN BEL FILM"

Gradimento

Media

7.5

Votanti

3

Per votare devi accedere nel KavusClub!

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale