Schede Film: 3309 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 34

The Call - Non rispondere

Foto The Call - Non rispondere  Film, Serial, Recensione, Cinema

Fotogallery



Le amiche di Yumi, una studentessa giapponese, cominciano a morire una dopo l'altra dopo che ognuna di loro ha ricevuto una misteriosa 'chiamata persa' postdatata di tre giorni sul loro cellulare. Yumi tenta disperatamente di capire cosa stia succedendo finchÚ anche lei riceve la terrificante chiamata... (Trama ufficiale)

Titolo originale
RegiaTakashi Miike
CastKazue Fukiishi, Atsushi Ida, Renji Ishibashi, Goro Kishitani, Matsushige Yutaka, Anna Nagata, Kou Shibasaki
GenereHorror
Anno2003
Durata112 '
ProdGiappone
Produzione
Distribuzione
Sitoweb

Recensioni (1)

Superficie 213 Film Cinema
Superficie 213
7.5

Questo THE CALL e' derivativo e richiama alla mente la nuova ondata horror orientale del dopo RINGU,ma cio' non vuol dire che sia una pellicola da poco...tutt'altro! Takashi Miike dirige in modo sublime quasi tutte le sequenze e mostra una visionarieta' non comune ed una scelta dei tempi perfetta.Bella la storia che mescola toni drammatici al thriller fina ad arrivare all'horror puro,in una serie di eventi che riescono a tenere sempre vivo l'interesse e non fanno mai annoiare. Molto bravi anche gli attori che non esagerano e regalano una prova davvero intensa.I sobbalzi non mancano,la paura e' viscerale ed il talento del regista emerge in ogni inquadratura,mai messa a caso, sempre studiata anche nei semplici campi-controcampi. Notevole pure la fotografia,che seppure di "nakatiana" memoria rende benissimo l'insieme claustrofobico della vicenda.Veramente coraggiosa la scelta di Takashi di far cambiare ritmo costantemente alla storia che cresce per poi ricalarsi nelle atmosfere melo' e far esaltare la storia d'amore tra i due giovani protagonisti, un tocco di autorialita' ad un prodotto di genere fatto con tutti i crismi. Le sequenze da ricordare sono tante,una per tutte e' la delirante diretta tv,con momenti ironici e botte gore da paura. Insomma,una pellicola bella ed intelligente,dove il cellulare e' -non solo- uno strumento che serve a far compiere efferati omicidi,ma e' anche un nostro prolungamento;da quando esiste e' sempre piu' difficile dichiarare di essere liberi o soli. Un horror quasi "Cronenebergiano".Bellissimo il finale ermetico ed intimista. Federico Frusciante

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"GRAN BEL FILM"

Gradimento

Media

7.5

Votanti

1

Per votare devi accedere nel KavusClub!

Chi ha votato

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale