Schede Film: 3309 | Schede Serial: 0 | Recensioni: 2373 | Iscritti: 34

The island

Foto The island Film, Serial, Recensione, Cinema

La terra come la conosciamo è scomparsa, si vive in una centrale ma una lotteria sceglie pochi fortunati per andare a vivere sull'isola. Ma esiste l'isola?

Titolo originale
RegiaMichael Bay
CastEwan McGregor, Scarlett Johansson, Djimon Hounsou, Sean Bean, Steve Buscemi, Michael Clarke Duncan, Ethan Phillips
GenereAzione
Anno2005
Durata
ProdU.S.A.
ProduzioneMichael Bay, Ian Bryce, Walter F. Parkes
DistribuzioneWarner Bros Italia
Sitoweb

Recensioni (2)

Superficie 213 Film Cinema
Superficie 213
4.5

Prometteva bene il soggetto di questo fantathriller,ma appena scoperto il nome del regista tutte le aspettative iniziali si sono sgonfiate in un attimo. Michael Bay e' ,secondo me , uno degli artefici della caduta del cinema actione americano. Un cinema , il suo , completamente vuoto sia di forma che di sostanza. Frenetico,stolto,freddo e senza nessun gusto estetico. Il piu' famoso "shooter" - cosi' li chiama in modo dispregiativo il grande Carpenter - delle nuove leve. Incredulo quindi osservo la prima mezzoretta del film che ,pur con il solito stile patinatissimo,riesce ad essere pure abbastanza intrigante,peccato che subito dopo il film si trasformi in una baracconata tutta botti e inseguimenti che inoltre sposa pure - e in sottotesto.. - una bella tesi reazionaria che bene si addice all'edonismo intrinseco del cinema di Bay. Al di la' delle questioni sociologiche e politiche,questo fumettone annega in un mare di stupide battute e non riesce ad interessare restando sempre al di sopra di "cacca" d'autore quale Armageddon,Pearl Harbor,Bad Boys 1 e 2 - tutta farina del sacco di Bay...complimenti! - si perde nella mediocrita' del "nuovo" (vecchio?) cinema d'azione d'oltreoceano. Mediocri pure gli attori ... Federico Frusciante

backstreet70 Film Cinema
backstreet70
3

Il lupo perde il pelo ma non il vizio, Bay cambia casa di produzione ma non muta la qualità e la "filosofia" dei suoi film, ci prova a fare lo scherzetto ma questa volta il suo fedele pubblico dei pop-corn movie gli ha voltato le spalle. Essenzialmente il film è diviso in due brutte parti: la prima in cui si copia spudoratamente l'esordio cinematografico di Lucas, ovvero "L'uomo che fuggi dal futuro" (ottima prova), l'avesse copiato almeno non in maniera così plateale, qui le scenografie, costumi ed atmosfere sono identiche e perfavore non venitemi a dire che Bay ha cercato di fare un film "serio" e soprattutto che voi siete caduti nella trappola. La seconda parte della pellicola è il solito inseguimento che non finisce mai e che si rifà alla massima di Bruckheimer di "un'esplosione ogni cinque minuti", quasi un'ora di spezzoni già visti, che vengiano dallo spazio (Armageddon) o dal genere poliziesco (Bad boys) cambia poco, Bay gira sempre le stesse scene. Il tutto condito da una filosofia da oratorio sull'uso etico o meno della clonazione umana, unico punto in cui stoppiamo lo sbadiglio è l'incontro tra il personaggio clone e il suo "sponsor" (uso il termine del film) ma l'interesse dura poco. Il discorso del corpo umano ridotto a prodotto è materia già trattata assai meglio altrove. Ultima nota sugli attori: se la Johansson oltre ad essere decisamente bellissima possiede anche un minimo di talento qualcuno mi deve spiegare come è possibile che Ewan McGregor che ha una faccia da carciofo ed è incapace a livello patologico di recitare possa ancora essere chiamato da qualcuno? Già aveva rischiato di affondare "Moulin Rouge" mentre qui il film era non solo a debito di ossigeno ma morto stecchito. Paolo Iglina

Commenti (0)

Nessun commento

Vota questo FILM

"MEDIOCRE"

Gradimento

Media

4

Votanti

3

Per votare devi accedere nel KavusClub!

FILM IN EVIDENZA


HORROR ZONE

a cura di Federico Frusciante
Clicca qui per entrare nella sezione HorrorZone

CLASSIFICA TOP

I 3 migliori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale

CLASSIFICA FLOP

I 3 peggiori film di sempre secondo il KavusClub
Clicca qui per la classifica generale